Il Vhf e le onde elettromagnetiche

La radio di bordo è uno strumento molto importante e non è il solo ad utilizzare la propagazione di onde elettromagnetiche, che per le loro caratteristiche possono essere utilizzate per diversi scopi: comunicazioni via voce o dati, ricerca e scoperta di bersagli, determinazione della propria posizione.

onda1
onda2

Viaggiano a velocità costante (quella della luce, 3000.000 km/s). Sono sinusoidali ed il numero di cicli al secondo è chiamata frequenza. A seconda della frequenza si propagano in modi diversi:
LF: onda di superficie
MF, HF: onda riflessa
VHF: onda diretta
Ne consegue che il nostro apparato radio VHF avrà una portata OTTICA
Portata D=2,5 (√e + √E ) dove e ed E sono le altezze delle due antenne


L'impiego di satelliti ha permesso di sfruttare sempre di più le altissime frequenze (il satellite "vede" una grande superficie sulla terra) che hanno minor bisogno di potenza di trasmissione e possono contenere più dati a parità di tempo trasmesso.

I canali utilizzati dal VHF di bordo vanno da 1 a 28 (simplex: stessa frequenza per trasmettere e ricevere) e da 60 a 88 (duplex: frequenza di trasmissione diversa da quella in ricezione) e sono utilizzati per: ​

CORRISPONDENZA PUBBLICA 1-5, 7, 23-28, 60-66, 83-88
OPERAZIONI PORTUALI 1-5, 11-12, 14, 18-22, 68-69, 71, 73-74, 79-80
NAVE – NAVE 9-10, 13, 15, 17, 67, 77
SOCCORSO 16 (CHIAMATA E SOCCORSO INTERNAZIONALE 156,8 Mhz), 70 (DSC soccorso digitale)


Le procedure di comunicazione con il VHF sono molto precise ed in Italia bisogna essere in possesso del Certificato limitato di radiotelefonista per poterlo utilizzare (si acquisisce senza esami, semplicemente autocertificando la conoscenza delle procedure stesse). A garanzia di una più chiara comunicazione e di conseguenza un rapido intervento, sono stati standardizzati tre tipi di messaggio da “lanciare” con il canale 16:

SECURITE': messaggio di sicurezza per la navigazione (avvisi meteo, avvistamento oggetti galleggianti, ecc)

PAN PAN: messaggio di urgenza (un ferito a bordo, situazione di pericolo)

MAY DAY: (pronuncia MEDE’) messaggio di soccorso (grave pericolo)

Segnale di soccorso

MAYDAY MAYDAY MAYDAY
QUI o (DE)
AMELIA AMELIA AMELIA

Messaggio di soccorso

Le coordinate geografiche dell’unità in pericolo;
La natura del pericolo ed il genere degli aiuti richiesti;
Ogni altra informazione atta a facilitare il soccorso


Appena ricevuto il messaggio di soccorso, l’unità dopo aver dato il RICEVUTO si appresta a recarsi sul luogo del sinistro a meno che tale azione non metta in pericolo l’imbarcazione stessa. Appena possibile deve trasmettere all’unità in pericolo un messaggio contenente le seguenti informazioni:

il proprio nominativo;
le proprie coordinate geografiche;
la velocità con cui si dirige verso l’unità in pericolo;
il tempo presumibilmente necessario per raggiungerla.

Se l’unità in pericolo si trova a notevole distanza, l’imbarcazione che ha intercettato il messaggio di soccorso segue la seguente procedura:

Attende che un'altra stazione radio più vicina dia il RICEVUTO; Si mette a disposizione della stazione che assume la direzione del traffico di soccorso (solitamente una stazione costiera); trasmette il RICEVUTO del messaggio di soccorso se in un tempo ragionevolmente breve nessuna stazione ha provveduto in tal senso; rilancia il messaggio di soccorso, trasmettendo nell’ordine: il segnale MAYDAY RELAY (pronuncia: MEDE' RELE'), ripetuto tre volte; la parola QUI (o DE compitata DELTA ECHO in caso di difficoltà di linguaggio); il messaggio di soccorso ricevuto dall’unità in pericolo.

Il canale 70, se interfacciato al GPS, lancia il segnale ed il messaggio di soccorso (pre-impostato) semplicemente premendo il tasto DISTRESS.

L'apparato VHF è di facile ed intuitivo impiego; oltre al selettore dei canali e del volume generalmente si trova il tasto 16 per una rapida selezione, il selettore hi-lo per scegliere la potenza di trasmissione (a breve distanza le comunicazioni sono più chiare a bassa potenza), lo squelch che è un filtro antirumore da regolare ed il selettore DUAL WATCH, che permette di stare in ascolto su due canali contemporaneamente (con il 16 fisso e prioritario).

Alfabeto fonetico

Alfa Bravo Charlie Delta Echo Foxtrot

Golf Hotel India Juliet Kilo Lima Mike

November Oscar Papa Quebec Romeo Sierra

Tango Uniform Victor Whiskey X-ray Yankee Zulu