Prime norme di sicurezza

Ancora poche cose, ma fondamentali, e poi finalmente in mare. Veleggiare non è più pericoloso che camminare per strada, anzi, ma è indispensabile che la sicurezza sia posta alla base di tutto, divertimento incluso. I possibili incidenti in barca sono generalmente legati ai movimenti bruschi della stessa dovuti alle onde: perdere l'equilibrio, movimenti inaspettati di oggetti o attrezzature mobili e, di gran lunga il più pericoloso, cadere fuori bordo. Per questo motivo è buona norma PREVENIRE la possibilità di cadere in mare legandosi a qualcosa di fisso a bordo:

cintura1

CINTURA DI SICUREZZA E CORDONE OMBELICALE

provare più volte ad indossarla finché non si prende confidenza nel farlo. Bisogna sapere dove sono riposte in barca e quali sono i punti a cui ci si può agganciare.


Ogni mezzo è comunque valido per attirare l'attenzione. Funziona molto bene, ad esempio, mettere un indumento bagnato di gasolio o benzina dentro una pentola e dargli fuoco (in coperta, naturalmente..).

Quando si è in difficoltà serie la prima cosa da fare è CHIEDERE AIUTO, non si sa se sarà possibile in un secondo momento e comunque avremmo messo sul chi va la gli addetti ai soccorsi o altre imbarcazioni:

vhf

VHF

Radio di bordo ad altissima frequenza. A seconda dell'evento in cui siamo incorsi dobbiamo seguire delle procedure standard. Per chiamare e per lanciare messaggi di soccorso si utilizza il canale 16.

razzi

RAZZI A PARACADUTE FUOCHI A MANO

I primi si notano da lontano ma durano poco, i fuochi indicano con precisione la nostra posizione ai soccorritori. Leggere bene le istruzioni di impiego.

Se sfortunatamente succede che qualcuno cade in mare si trovano a bordo delle dotazioni di SOPRAVVIVENZA che permettono di allungare i tempi per il soccorso:


zattera

ZATTERA DI SALVATAGGIO

E' autogonfiabile, per aprirla basta gettarla a mare. Una cima, che VA LEGATA ad un punto fisso della barca, azionerà la bombola a co2. Leggere le istruzioni per rendersi conto di cosa contiene.


giubetto

CINTURA DI SALVATAGGIO

E' personale. Tenerla sempre a portata di mano ed indossarla quando lo ordina il comandante o quando non ci si sente tranquilli.

Ricapitolando: in navigazione dobbiamo muoverci con calma e usare la massima cautela in ogni azione che facciamo. In caso di mare mosso e sempre di notte indossare le dotazioni personali (cinture di salvataggio e sicurezza). Farsi sempre spiegare dove si trovano i razzi e come si accende il VHF. Un'altra cosa molto importante, perché anche al Comandante può capitare qualcosa:

FARSI SPIEGARE COME SI ACCENDE IL MOTORE